,

#4min | Stephen King “Chi perde paga”

Verrebbe da chiedersi perché uno scelga di leggere libri horror, perché mai la gente sia disposta a pagare per essere messa a disagio.
A questa domanda il “Re del brivido” Stephen King ha risposto che costruisce orrori solo per aiutare a convivere con quelli del presente. Egli sa bene che la creatività ignora completamente le buone maniere, ecco perché i suoi libri pullulano di furbacchioni e di sceriffi, di prepotenti e di assassini, tanto volgari quanto violenti.
Questi stessi soggetti li scoviamo anche nel suo ultimo romanzo “Chi perde paga“,
dove ritroviamo il vecchio (per modo di dire) caro e malinconico detective in pensione Bill Hodges, conosciuto nel primo romanzo “Mr Mercedes” che ha dato inizio ad una trilogia il cui protagonista indiscusso è proprio lui, eroe senza macchia (o quasi).

Dopo aver sventato un omicidio di massa, ecco che ribecchiamo il buon Bill alle prese con un fan ossessionato dal suo autore preferito e incollerito con quest’ultimo, poiché non ha fatto fare una bella fine al personaggio che gli sta più a cuore.
Senza troppi giri di parole – in pieno stile King – l’accanito sostenitore fa saltare il cervello al suo adorato scrittore, impossessandosi così dei suoi beni e, soprattutto, di una cassaforte colma di appunti per un nuovo romanzo, a cui l’autore stava lavorando da un pezzo.
Toccherà all’ ex detective Bill mettere un po’ di ordine in questa intricata faccenda, non senza il supporto dei suoi inseparabili aiutanti.

Già come accadde in Misery, celeberrimo romanzo di Stephen King, dal quale fu tratta una pellicola indimenticabile diretta da Rob Reiner, dove la psicopatica Annie Wilkes è stata riconosciuta come uno dei 50 personaggi più cattivi della storia del cinema statunitense grazie soprattutto all’interpretazione di Kathy Bates (premio Oscar e vincitrice del Golden Globe), lo scrittore torna a focalizzare l’attenzione sull’ossessione di un lettore per il suo romanziere preferito, un’ossessione perversa che lo condurrà al limite della follia.

Chi perde paga” è l’ennesimo capolavoro del “grande cantastorie dell’Occidente”, una trilogia che appassiona e crea un legame con Bill Hodges, questo ultrasessantenne al quale inevitabilmente ci si affeziona e per cui si fa il tifo.
Di recente è stata rilasciata la notizia che dalle avventure del buon “vecchio” detective sarà sviluppata una serie televisiva prodotta dalla Sonar. Una notizia a cui i fedeli lettori di Stephen King saranno abituati: non è una novità il fatto che i suoi libri abbiano ispirato serie televisive di enorme successo (non ultima la serie “The dome” andata in onda su RAI2) e grandi registi, uno su tutti Stanley Kubrick.

Vuoi acquistare il nuovo libro di Stephen King “Chi perde paga”? Fallo subito!