, , , ,

Aggiornamenti Facebook: cosa è cambiato nel 2015!

Aggiornamenti Facebook: Il 2015 è stato un anno di duro lavoro per Zuckerberg e il suo team.

Un anno ricco di novità per il social di Menlo Park che ha confermato la sua posizione di primato rispetto a tutti gli altri social network.

All’interno del variegato panorama dei social network, Facebook è senza dubbio quello che evidenzia la rapidità di sviluppo e di cambiamento maggiore e noi vogliamo ripercorrere con voi le principali novità apportate alla piattaforma social – numero uno al mondo -nel corso del 2015 e cercare di capire quali altre sorprese Facebook ci riserverà nel 2016.

aggiornamenti facebook

Le novità introdotte le abbiamo divise in due categorie: Profilo privato e FanPage.

Aggiornamenti facebook: Profilo personale

Sicuramente il 2015 è stato l’anno in cui si è dibattuto maggiormente sul tema della privacy e dell’utilizzo dei dati che ognuno di noi rilascia nel corso della propria attività di navigatore web.

Privacy, cookie e normative: cosa cambia

Facebook non poteva trascurare una questione di tale rilevanza e lo ha fatto sin da subito, a inizio anno del 2015, chiedendo ai suoi iscritti di accettare i termini d’uso aggiornati del social network ( Normativa sui dati https://www.facebook.com/about/privacy e la Normativa sui cookie https://www.facebook.com/help/cookies/update aggiornate e le inserzioni migliorate). L’azienda ha voluto mettere le regole nero su bianco, in modo da rispondere sia ai dubbi dell’utenza ma anche di aiutare gli utenti ad avere un maggior controllo sulle informazioni che rilasciano in rete.

aggiornamenti facebook normative

Lo sforzo di Facebook è quello di rendere la privacy una cosa più semplice da capire e controllare per tutti e non solo per chi è particolarmente attento all’argomento.

Grazie alle informazioni di base sulla privacy, verranno messe a disposizione guide interattive in cui sarà possibile trovare le risposte alle domande più frequenti su come controllare le informazioni su Facebook. Ad esempio, scoprire come rimuovere i tag e gli amici, come bloccare le persone e come scegliere il pubblico di ciascuno dei tuoi post.

Come nominare un erede digitale in caso di morte.

Facebook ha ben pensato anche di osare con una nuova funzionalità che oseremo definire alquanto bizzarra.

Cos’è un contatto erede?

aggiornamenti facebook 2015: erede

All’interno del social network ora è permesso agli utenti di designare un componente della famiglia o altra persona iscritta a Facebook come “erede” del profilo. In questo modo, anche se i parenti del defunto non hanno la password dell’account, l’erede digitale avrà la possibilità di gestire il profilo dell’utente scomparso.

Si tratta di una piccola forma di eredità digitale, che tuttavia esclude tutte le questioni legali ed economiche.

L’album dei ricordi su Facebook con la funzione ‘accadde oggi’

Il traffico sul social network  risulta diminuito nel secondo semestre dell’anno:  il calo è di oltre il 22%. Ma il dato davvero contrastante è che il social di Menlo Park ha chiuso l’ultimo quarto con 4 miliardi e mezzo di fatturato, il 41% in più rispetto al 2014.

Ma le condivisioni di contenuti sono in netto calo!

aggiornamenti facebook stream

Proprio per questo a Menlo Park ha messo in atto diverse strategie per favorire l’interazione delle persone: Il “libro delle facce” si trasforma in album dei ricordi grazie a una nuova funzione, chiamata ‘Accadde oggi’, che ogni giorno mostrerà agli utenti cosa è successo nella loro vita social in quella data, ma in anni precedenti. I contenuti saranno mostrati solo all’utente, che potrà scegliere di ripubblicarli o di cancellarli, se i ricordi non sono poi così piacevoli.

Facebook è al lavoro per costruire un dialogo quotidiano e costante con i suoi utenti, cercando di convincerli a condividere contenuti in maniera più estemporanea.

Facebook cambia le regole del social: ecco cosa si può pubblicare e cosa no!

“I Community Standard  sono le regole che vi aiuteranno a capire – si legge in un comunicato della società – cosa sia lecito condividere su Facebook, e che tipi di contenuti possono essere segnalati o rimossi, al fine di creare un ambiente in cui le persone si sentano motivate a trattarsi a vicenda con empatia e rispetto”

facebook community standard

Le nuove regole vietano la condivisione di contenuti che costituiscono un attacco a persone a causa della loro razza, etnia, nazionalità, religione, orientamento sessuale, sesso o disabilità fisiche o mentali. Si parte quindi dalle politiche sulla nudità e il sesso.

I quattro principi su cui si basano questi aggiornamenti, spiega la società di Mark Zuckerberg, sono quindi: garantire la sicurezza degli utenti, incoraggiare un comportamento rispettoso, rispettare la diversità culturale e sviluppare strumenti in grado di permettere agli utenti un maggiore controllo su ciò che è possibile vedere su Facebook.

Video di 7 secondi al posto della foto profilo!

Nel tentativo di rendere ancora più “vivo” e dinamico il profilo di ogni utente, la foto che utilizziamo per il nostro profilo personale sarà sostituita da un breve video della durata di sette secondi.

Occorre però sottolineare che per ora siamo semplicemente a una fase di test, ma conoscendo i tempi di Facebook è probabile che questa novità arrivi presto anche da noi.

AGGIORNAMENTI FACEBOOK: FanPage

Le Call to Action: la chiamata al Business

Si sa che la fortuna di Facebook, in termini di fatturato, è legata indissolubilmente alla gestione delle FanPage e dell’advertising.

Quest’anno Zuckerberg ha notevolmente stravolto la pagina aziendale arricchendola di nuove funzionalità avvicinandosi sempre di più all’ e –shopping  introducendo delle call-to-action con le quali le stesse Pagine raggiungeranno più facilmente i loro obiettivi commerciali, grazie a un’interazione sempre maggiore con l’utente privato.

facebook call to action

Per l’esattezza gli amministratori delle Pagine potranno scegliere tra un gruppo di call-to-action – come : Acquista ora, oppure Registrati – da aggiungere alla parte superiore della loro pagina ed offrire sette inviti all’azione disponibili:

Prenota ora; Contattaci; Usare App; Gioca; Acquista ora; Iscriviti; Guarda il video.

E’ chiaro – aggiornamenti Privacy e Normative a parte – che nel mirino degli interessi di Facebook ci sono soprattutto le Aziende, alle quali prova ad offrire sia servizi che favoriscano la comunicazione tra colleghi o collaboratori, sia servizi per una maggiore interazione tra utenti e attività commerciali.

Facebook Local Places

Il servizio Facebook Places, invece, rientra perfettamente in  quei servizi di Local Search forniti da Google+, Yelp e TripAdvisor di cui abbiamo parlato nell’articolo Local Search Marketing: come far apparire la tua attività nelle prime posizioni della SERP di Google

La nuova directory del Places di Facebook consente di ricercare una specifica destinazione alla quale sono associati link, in formato immagine, dei posti più popolari di un luogo. Gli utenti possono scegliere di navigare in diverse città, organizzate per Stati.

facebook place

Perché è tanto interessante l’evoluzione di Facebook Places? I motivi sono tanti:

  • Perché prosegue sulla strada di contrastare le pagine G+Local, Yelp e Foursquare;
  • Perché è un modo per valorizzare i punti vendita di un Brand soprattutto su mobile;
  • Per aumentare l’interazione tra clienti e Brand;
  • Per far usare il motore di ricerca di Facebook places proprio come, fino a qualche tempo fa, si faceva con Foursquare e scegliere un negozio o un ristorante in base ai suggerimenti lasciati da altri utenti;

NewsFeed

Facebook, secondo alcuni studi, ha scoperto come gli utenti spesso si soffermino sui post di amici o pagine che seguono senza però interagire o mettere like, ma semplicemente leggendolo.

Il nuovo algoritmo terrà, infatti, conto del tempo in cui gli utenti si soffermino a guardare un certo contenuto, smettendo di scorrere verso il basso la pagina. In questo modo si potrà essere in grado, in futuro, di posizionare post simili a quello [su cui un utente si è soffermato] più in alto di prima, nella sezione Notizie.

La modifica dell’algoritmo è legata all’assunto secondo cui «solo perché un contenuto non è stato commentato o apprezzato, non vuol dire che non sia stato significativo per alcuni utenti».

E per il 2016 Zuckerberg cosa ci riserverà?

Facebook si fa sempre più social network per l’impresa. Infatti sta per introdurre nuove funzione per l’ e- commerce e secondo notizie trapelate dalla rete e confermate dall’azienda Facebook Inc., ci sarebbe già un’intensa collaborazione con Shopify, compagnia canadese specializzata nello sviluppo di software per la vendita e di cui abbiamo parlato precedentemente nell’articolo “Social Commerce | Come vendere sui Social Network

Per il momento le novità si fermano qui, ma Facebook ci ha ormai abituato ad aggiornamenti continui e graduali, quindi non dovremo attendere troppo prima che vengano annunciate nuove funzionalità.