, ,

L’Arte riciclata | Roboot, i robot giocattoli nati dal riciclo creativo

Prendi un ammasso di rottami, scarti industriali, oggetti ormai abbandonati e in disuso o di antiquariato non funzionanti. A questi aggiungi un fanatico del design, con particolare sensibilità verso il riciclo creativo. Mescola il tutto ed ecco il risultato: Roboot.

Roboot nasce dalla mente di Max Lippolis e dal concetto del design del riuso, dando vita e forma ad oggetti considerati ormai da molti come “immondizia”.

11947784_826220724140876_8457998224722890281_o

Il riciclo creativo è  stato da sempre una strada attuata per poter ridurre gli “scarti” in casa, dando nuova vita e utilità ad oggetti ormai danneggiati o non più utilizzati, ma nel caso di Roboot, quella del riciclo creativo è stata una vera opportunità non solo per il risparmio sui materiali delle proprie creazioni, ma anche un’occasione di esplorare nuovi stimoli di creatività e fantasia.

11149597_766705590092390_3068346437597472573_o20489_766706203425662_3086408558350897874_n
11149805_766709493425333_3610520730857537906_o11536028_1214405298585190_3114506625235961436_n

“Nato come gioco creativo con mia figlia, questo progetto mi ha portato in giro per i mercatini dell’usato, fiere, spiagge e ovunque, alla ricerca di pezzi da riusare in modo creativo.” racconta Max sulla pagina Facebook del progetto. Una cosa quindi nata così, un po’ per gioco, ma che sta riscontrando sempre più consensi e “like” nel quotidiano dell’artista, ti consigliamo quindi di dare un’occhiata per poter osservare meglio anche tutte le creazioni 😉

Logicamente Max è solo uno dei tanti artisti ad utilizzare scarti o immondizia per ridargli cosi nuova vita e oggi, più che mai, si assiste ad un processo di re-invenzione, e così, rifiuti apparentemente inutili si trasformano in nuove risorse acquistando una nuova utilità nella vita quotidiana.

Esistono utensili, gioielli ed accessori in genere, fatti esclusivamente con materiali di riciclo: bicchieri di plastica e vasetti di vetro che diventano lampade, tappi di bottiglie utilizzati per realizzare cornici e orologi, buste di plastica che si trasformano in abiti da sera, o ancora, come nel caso di Max, vecchi giocattoli.

L’importanza della storia di ogni oggetto è fondamentale, poichè dona agli stessi una diversa dignità, una nuova visione e il rispetto che meritano.

L’arte contemporanea è in questo senso uno strumento potente che consente, a partire dai giovani, di acquisire quella sensibilità culturale sulla quale potranno basarsi nuovi e virtuosi comportamenti individuali e collettivi.