, , ,

Cos’è Slack | Ecco l’app che facilita le comunicazioni in team

come usare slack

Ogni giorno per motivi di lavoro ci troviamo a inviare decine di mail al giorno ai nostri colleghi di ufficio, magari in un’area di lavoro poco distante da noi o addirittura al nostro “vicino” di desk.

Vien da sé che con il tempo la fatica di organizzarle e di tenerle ordinate cresce.

Oggi vi vogliamo parlare di uno strumento rivoluzionario per le comunicazioni riguardanti un team di lavoro, anche molto avanzate con file sharing o addirittura di snippet di codice, e che ha catturato la nostra attenzione per un’ allettante promessa: uccidere le mail!

Stiamo parlando di Slack, che a prima vista potrebbe far ricordare ai più nostalgici la famosa chat mIRC, ma che si presenta come una specie di mega chat con tante funzionalità in più.

cos'è slack

Che cos’è Slack

Slack nasce come piattaforma per la comunicazione tra gruppi di lavoro, organizzata in canali ( proprio come le chat IRC ) e funziona allo stesso modo. In più vi è la possibilità di condividere file in modo facile e veloce grazie soprattutto all’integrazione con servizi esterni.

 

Ai tanti che si chiedono il segreto dell’enorme successo di Slack risponde il fondatore Steward Butterfield che ha spiegato come la fortuna di questa app sia nell’attenzione ai feedback dei clienti e in una scrupolosa analisi dei numeri e dei trend.

come usare slack

Slack consente:

  • La creazione di team;
  • La suddivisione degli stessi in canali ad esempi tematici o per sottogruppi;
  • Collegare una miriade di servizi, tra cui Dropbox, Gdrive, Hangouts più molti altri;
  • ricercare per tag e per messaggi preferiti qualsiasi conversazione;
  • scambiare messaggi diretti e/o privati con membri del team;
  • scambiare e lavorare su file o su parti di codice anche contemporaneamente;

Slack – app per la comunicazione tra team molto usata dalle aziende – è diventata una delle startup a crescita più rapida di sempre (qui un grafico del sito Business Insider che rende bene l’idea)

 

Ultimo successo di questa start up è il round da 200 milioni chiuso la scorsa settimana, che ha fatto schizzare la valutazione dell’azienda a 3,8 miliardi.

Registrazione e personalizzazione utente e creazione del team

Il team dovrà registrarsi online direttamente dal sito di slack.

Dopo la registrazione e aver personalizzato la propria scheda utente , viene chiesto di creare il proprio team.  Le possibilità di personalizzazione sono elevate, sia come utente, sia come team. Ad ogni team viene addirittura assegnato un sottodominio  utile per indicare ad altri come trovarlo in seguito e per potervi accedere previo invito o da altri pc che non sia il nostro.

Per la personalizzazione sarà possibile scegliere la foto di avatar, i servizi collegati sono tantissimi, e possiamo anche decidere il tipo di notifiche che vogliamo ricevere e su quale piattaforma.

In seguito possiamo passare alla creazione del team, i vari membri sono invitati dall’amministratore tramite una mail.

L’idea vincente è che una volta creato l’utente questo può partecipare ovviamente con le stesse credenziali a vari team anche creati da altri.

Integrazione con altre app

Il vero punto di forza di slack è la possibilità, anche a livello base free dove i servizi collegabili sono 5 ma sufficienti ad una ottima usabilità, d’integrare con altri servizi come Twitter, Google Drive, Dropbox, Github, Google+,  Hangouts, Skype , WordPress e tanti altri.

come usare slack

Sia il team che l’utente potrà integrare sia i canali aziendali che quelli personali. Questa è un’altra feature importante perché permette di scambiare file o altro praticamente ovunque senza mai uscire da slack per accedere ad altri servizi.

L’integrazione è il vero punto di forza di slack!

Infatti è possibile ricercare i file messi in sharing direttamente dalla ricerca interna i quali saranno visualizzati con data e versione in una sorta di cronologia. Veramente utilissima nel caso si lavori in gruppo a file contenenti codice o sulla grafica ad esempio.

integrazioni slackMotore interno di ricerca di slack

Uno dei punti di forza è indubbiamente il motore interno di ricerca di slack che consente di ricercare qualsiasi comunicazione, messaggio privato, tag, o persona direttamente dal form integrato che si apre differentemente a seconda dell’oggetto o di quello che stiamo cercando.

chat slack

Possiamo  affinare la ricerca in moltissime maniere:  per i file ad esempio ci visualizza tutte le versioni di quel file, cronologicamente per data da quando è stato caricato in poi. Il file può anche fisicamente risiedere su uno dei servizi integrati, non è quindi all’interno di slack ma su Dropbox o su Google Drive ad esempio.

Chat

Nella chat di slack abbiamo la possibilità di taggare persone utilizzando come su twitter la @ e slack automaticamente ci visualizza tutti i partecipanti alla chat.

Possiamo mandare messaggi con notifica a tutto il team oppure aprire conversazioni private con uno o più utenti al di fuori dei canali a cui stiamo partecipando.

Fate click sulla GIF e osservate come funziona

slack tag

Insomma uno strumento estremamente utile per le comunicazioni in team con scambio e lavoro su file o codice, molto intuitivo e veloce da usare. Anche passando da un device ad un’altro la chat è praticamente immediata e sempre aggiornata.

Novità su Slack

Slack è uno strumento comodissimo per scambiare informazioni rapide e note di lavoro schematiche.

Ci sono casi in cui è utile avere a disposizione un campo di testo formattabile, magari per condividere un post con i colleghi prima di pubblicarlo sul blog aziendale.

Per fortuna Slack ha appena introdotto Posts 2.0: ora l’editor è molto più ricco e articolato e consente di comporre testi elaborati, con tanto di titoli e stili di paragrafo, includendo strumenti per fare liste e checklist spuntabili.

Provatelo e diteci cosa ne pensate!