,

Mondo animale | I cavalli, come i cani, sanno leggere le emozioni

Anche i cavalli, come era stato già dimostrato per i cani, riescono a leggere le emozioni umane, guardando le espressioni facciali. A verificarlo empiricamente sono stati i ricercatori dell’università del Sussex, con uno studio che è stato pubblicato sulla rivista scientifica Biology Letters. Gli scienziati hanno preso in esame 28 cavalli e hanno studiato le loro reazioni davanti a fotografie che ritraevano espressioni facciali umane sia positive che negative.

cavalli leggono emozioni

I cavalli riescono a leggere le espressioni facciali

I ricercatori hanno notato che davanti ad espressioni facciali negative i cavalli muovevano la testa per guardarle di più con l’occhio sinistro ed inoltre la loro frequenza cardiaca aumentava, comportamenti collegati alla percezione di stimoli negativi. Questo perchè nei cavalli, così come in altre specie animali, come quella dei cani, le informazioni che ricevono dall’occhio sinistro vengono mandate all’emisfero destro del cervello, emisfero che è specializzato nel decifrare gli stimoli minacciosi. Nei cavalli la reazione agli stimoli negativi era più evidente rispetto a quella per gli stimoli positivi. Ciò perchè gli animali hanno la priorità di dover riconoscere le minacce all’interno del loro ambiente per potersi difendere da esse.

cavallo espressioni facciali

I ricercatori autori della ricerca hanno diverse spiegazioni possibili per questa scoperta. Una è quella che i cavalli abbiano dapprima sviluppato l’abilità di leggere le emozioni negli altri cavalli, fino a riuscire con il tempo a leggere anche le espressioni facciali umane. Altra spiegazione è che alcuni cavalli abbiano imparato a leggere le espressioni umane attraverso esperienze di vita.
Ma l’aspetto più interessante è che i cavalli, che appartengano a una specie differente rispetto a quella degli umani e differiscono a livello di morfologia del volto da loro, riescano a leggere in modo preciso le emozioni, sopratutto quelle negative.

A fine gennaio un altro studio, tenuto questa volta dall’università di Helsinki, ha dimostrato che anche i cani riescono a decifrare le emozioni umane osservando il volto delle persone, focalizzandosi in particolar modo sugli occhi.